venerdì , 18 Settembre 2020
Home / social network / Arriva la multa per i genitori che postano le foto dei figli sui social

Arriva la multa per i genitori che postano le foto dei figli sui social

Dopo una sentenza emessa dal Tribunale di Roma non solo, se richiesto, c’è l’obbligo di rimuovere le foto dei propri figli dai social network, ma si aggiunge anche la possibilità di dover pagare una multa.

E’ successo molte volte che, genitori trascinati in Tribunale, avessero dovuto rimuovere immediatamente le foto dei loro figli pubblicate sui social, ma quello che è successo nei giorni scorsi, cambia radicalmente le cose poichè, si aggiunge anche il fatto di dover pagare una multa, è successo a Roma lo scorso 23 Dicembre.

E’ andata proprio così, un ragazzo di 16 anni ha deciso di portare la madre in Tribunale poichè si ostinava a pubblicare sue foto sui social network nonostante l’imbarazzo del minorenne.
I due genitori erano in fase di separazione e, le continue foto pubblicate da entrambi, mettevano a disagio il loro figlio che, non sopportando più questa situazione, si è visto costretto a ricorrere all’aiuto della legge.

La madre, non solo è stata condannata a rimuovere dai suoi profili social tutte le foto riguardanti il figlio ma dalla sentenza è emerso che, qualora non avesse rispettato la decisione del giudice, avrebbe dovuto pagare una multa di 10 mila euro.

E’ la prima volta che in Italia viene stabilita una multa per un genitore che si rifiuta di eliminare le foto del figlio dai propri profili social,diversamente dalla Francia, in cui le pene previste per questo tipo di reato sono molto più drastiche, si parla infatti di multe fino a 45 mila euro e la reclusione fino ad un anno.

Per qualcuno può sembrare eccessiva questa presa di posizione ma non dobbiamo dimenticare che un gesto che oggi giorno compiamo con molta naturalezza, come quello di condividere le foto dei nostri cari sui nostri profili social, in realtà costituisce la violazione della privacy di queste persone, ragion per cui dovrebbe essere chiesto sempre il permesso prima di compiere la condivisione.

Il nostro piacere di immortalare un momento particolare della nostra vita in cui figurano anche altre persone, potrebbe incontrare la disapprovazione degli altri senza dimenticare che ci sono fin troppi motivi per i quali le foto dei minorenni non dovrebbero mai comparire su profili pubblici.

Questa sentenza probabilmente non ci riguarda da vicino ma sicuramente ci fa ragionare su quanto abuso facciamo dei social network e quanto questi possano costituire per noi un’arma a doppio taglio.

Check Also

Mate 30 e Mate 30 Pro in Europa dal 15 novembre

E’ stato proprio lo stesso Ceo di Huawei, Richard Yu, in un evento dedicato svolto …

Lascia un commento