venerdì , 23 Agosto 2019
Home / Aggiornamenti / OPPO presenta Revo, lo smartphone con fotocamera a periscopio

OPPO presenta Revo, lo smartphone con fotocamera a periscopio

Avevamo immaginato tempo fa che OPPO, l’azienda cinese di telefonia mobile, ci avrebbe stupiti con delle importanti novità e, in effetti, non ci sbagliavamo. Nei giorni scorsi OPPO ha presentato gli smartphone Revo che non hanno nulla da invidiare ai telefoni medio gamma gamma della concorrenza ma la cosa che più sorprende, è la presenza di una fotocamera frontale a scomparsa capace di richiudersi, e quindi proteggersi, in caso di caduta.
La famiglia Revo è contraddistinta da 3 modelli diversi tra loro. Si parte dal modello Revo Standard Edition da 6,4 pollici, il più economico dei tre, per poi passare al modello Reno Zoom 10x e arrivare al top di gamma, Reno 5G da 6,6 pollici, entrambi con risoluzione 2340×1080 pixel e aspect ratio di 19.5:9.
Guardiamo più da vicino questi telefoni moderni che aprono le porte ad una nuova concezione della fotocamera.

“Finalmente un telefono diverso!” E’ questa la frase che spontaneamente esclamiamo quando abbiamo di fronte uno smartphone OPPO della serie Reno e che forse non pronunciamo da troppo tempo. A differenza degli smartphone delle aziende leader del settore mobile, infatti, che sembrano rispettare tutte lo stesso clichè, gli smartphone Revo sono innovativi nell’aspetto e al tempo stesso costruiti con buoni materiali.
Iniziamo col dire che i nuovi smartphone OPPO sono molto belli da vedere, in particolare la scocca posteriore non presenta alcuna sporgenza, caratteristica possibile grazie all’integrazione della fotocamera all’interno del vetro, Gorilla Glass 5. Se state pensando che in questo modo l’obiettivo possa essere esposto a graffi, è bene precisare che OPPO ha pensato proprio a tutto in quanto, nel momento in cui poggeremo il telefono sui una superficie piana, un piccolo rivestimento in ceramica, O-dot, provvederà a proteggere gli obiettivi. Non ci affascina solo questo stile minimal ma anche la scelta dei colori, moderni e poco scontati, Ocean Green e Jet Black, leggermente cangianti che presentano sfumature particolari, rispettivamente in verde chiaro e blu/grigie.
Ma le sorprese non finiscono qui! Girando il telefono, rimarremo affascinati dal display panoramico (93,1%) con la totale assenza di notch e fori per l’alloggiamento della fotocamera. Infatti, a differenza della concorrenza, OPPO ha pensato ad una fotocamera frontale a scomparsa capace non solo di “spuntare fuori” all’occorrenza in soli 0,8 secondi ma anche di richiudersi in caso di caduta. Per essere più chiari, l’obiettivo della fotocamera non è inserito nel display come tutti i telefoni di nostra conoscenza ma è alloggiato in una linguetta che “scompare” totalmente nel telefono per poi riemergere quando ne abbiamo bisogno. OPPO garantisce la robustezza di questo meccanismo pop-up che puo’ essere utilizzato 100 volte al giorno per 5 anni senza creare problemi. La fotocamera anteriore è da 16 Megapixel e offre la funzionalità AI Beauty. Passiamo adesso alla fotocamera posteriore.
Tutti i modelli della serie Reno hanno tutti una fotocamera posteriore da 48 Megapixel che si comporta egregiamente in ambienti con scarsa illuminazione grazie alla messa a fuoco 4-in-1 e alla modalità Ultra-Night Mode 2.0 che combina l’HDR, l’intelligenza artificiale e la riduzione del rumore multi-frame. In particolare, nel modello Reno Zoom 10x troviamo una tipla fotocamera capace di realizzare ingrandimenti ibridi 10x composta da un obiettivo principale da 48 MP, un teleobiettivo da 13 MP e un grandangolare da 8 MP.
Per quanto riguarda la registrazione dei video, i 3 modelli Reno si avvalgono della tecnologia Audio Focus con qualità in 4K e per quanto riguarda i suoni, anche questi non deludono grazie alla combinazione dei diffusori stereo e al Dolby Atmos.

Passiamo adesso al cuore dei telefoni Reno e parliamo del processore, Snapdragon 710 con 6 GB di RAM per il modello Reno Standard e Snapdragon 855 per gli altri 2 modelli più importanti, entrambi con 8 GB di RAM. Lo storage interno dei 3 telefoni è di 256 GB, ovviamente espandibili, mentre per quanto riguarda l’autonomia, il modello più economico è equipaggiato di una batteria 3765 mAh, diversamente dagli altri due modelli che vantano una capienza da 4065 mAh.

I telefoni Reno sono provvisti di sistema operativo Android, aggiornato alla versione Pie, ossia l’ultima mentre, per quanto riguarda l’interfaccia utente, non ci ha convinti del tutto, c’e’ qualcosa da rivedere e da migliorare al fine di ottenere una esperienza di utilizzo semplificata e piacevole.

La versione di partenza di Reno sarà disponibile dal 10 maggio al prezzo suggerito di 499 euro, mentre OPPO Reno Zoom 10x sarà disponibile da inizio giugno a 799 euro.
OPPO Reno 5G, sarà disponibile in Svizzera dalla fine di maggio al prezzo consigliato di 899 euro e, secondo fonti attendibili, arriverà anche in Italia con l’operatore TIM.

Le nostre considerazioni sugli smartphone Reno è fortemente positiva. I telefoni sono stati costruiti con ottimi materiali, inoltre sono molto belli da vedere e presentano delle novità che sicuramente rappresenteranno uno spunto per le aziende concorrenti.
In seguito troverete un riepilogo delle caratteristiche tecniche

  • Sistema operativo: Android 9 Pie con ColorOS 6.0
  • Display: AMOLED FullHD+ (2340×1080) in 19,5:9, Corning Gorilla Glass 6
  • SoC: Snapdragon 710 octa-core a 2,2GHz e Snapdragon 855 per Reno Zoom 10x e Reno 5G
  • GPU: Adreno 616
  • Memoria: 6/8GB di RAM LPDDR4X – 256GB UFS 2.1
  • Rete: Dual SIM
  • Sensore delle impronte digitali integrato nel display
  • Connettività: 4G VoLTE, WiFI 802.11ac, Bluetooth 5, USB Type-C, GPS+GLONASS, NFC, jack da 3,5mm
  • Batteria: 3765mAh e 4065 mAh per Reno Zoom 10x e Reno 5G
  • Fotocamera anteriore: 16MP con apertura f/2.0, lente grandangolare 79,3°, flash LED
  • Doppia cam posteriore: 48MP con sensore 1/2.25 Sony IMX586, pixel da 0,8um, apertura f/1.7, PDAF, flash LED + 5MP con apertura f/2.4

Check Also

Galaxy S10+ – Il nuovo smartphone Samsung con 5 fotocamere

Poco più di un mese fa, Samsung ha presentato i nuovi flagship della serie “S” …

Lascia un commento