venerdì , 18 Settembre 2020
Home / Smartphone / WhatsApp cesserà il supporto per Windows Phone e BlackBerry

WhatsApp cesserà il supporto per Windows Phone e BlackBerry

WhatsApp fa sapere che interromperà il supporto per alcuni telefoni il 31 dicembre 2017.

La voce circolava sul web da un pò di tempo ed è infatti arrivata la conferma da parte della stessa azienda.
WhatsApp, popolarissima applicazione di messaggistica istantanea, ha un piano molto preciso: se da un lato aumenta lo sviluppo di funzionalità, dall’altro diminuisce l’attenzione per quei dispositivi con bassa quota di mercato.
In altre parole il lavoro degli sviluppatori non si disperderà per dispositivi obsoleti ma sarà tutto incentrato su quelli all’avanguardia.

Dunque è ufficiale, dal 31 Dicembre 2017, WhatsApp non supporterà i Windows Phone 8.0 e BlackBerry 10. Se siete quindi possessori di queste 2 marche di cellulari, sappiate che vi restano solo pochi giorni di tempo per cambiare smartphone e usufruire al meglio dei servizi dell’applicazione di messaggistica istantanea.

Attenzione però, questo non vuol dire che WhatsApp cesserà il servizio su questi dispositivi, bensì che ci saranno diverse limitazioni.
Alcune funzionalità non saranno accessibili come ad esempio non si potranno creare nuovi account o verificare quelli esistenti. E’ consigliabile quindi cambiare sistema operativo, qualora fosse possibile, oppure acquistare uno smartphone all’avanguardia.

L’eventuale cambio di dispositivo mobile non recherà molti disagi in quanto l’applicazione è associata al nostro numero di telefono, ragione per la quale, inserendo la nostra SIM nel nuovo telefono, riapparirà automaticamente la lista contatti.
Qualche difficoltà invece si riscontrerà nella cronologia delle chat poichè WhatsApp non supporta il trasferimento tra diverse piattaforme. In questo caso, se vogliamo salvare le nostre conversazioni, potremo farlo tramite e-mail.

Altri dispositivi, come ad esempio Nokia S40 e quelli con sistema operativo Android versione 2.3.7 e precedenti, saranno eliminati dalla lista di supporto di WhatsApp, ma non prima del 2019.

La scelta dell’azienda sembra per certi versi azzardata ma è purtroppo inevitabile: puntare in alto, concentrandosi sui sistemi operativi più popolari anche se a discapito di quelli con poca utenza.

Check Also

Galaxy A41: Il nuovo smartphone Samsung di fascia media

Siamo finalmente arrivati alla vigilia della commercializzazione di Galaxy A41, il nuovo smartphone Samsung di …

Lascia un commento