martedì , 17 Settembre 2019
Home / Aggiornamenti / Telegram 4.2 – Le Foto si Autodistruggono

Telegram 4.2 – Le Foto si Autodistruggono

Da mesi abbiamo assistito alla scalata di Telegram, l’applicazione di messaggistica istantanea russa guidata da Pavel Durov, che ha esplicitamente dichiarato guerra a WhatsApp, cercando di offrire agli utenti un servizio sempre migliore, puntando quasi tutto sulla sicurezza e sulla privacy.

La versione 4.2 di Telegram, disponibile da poche ore sul Play Store di Google per sistemi Android e su Apple Store per sistemi iOS, introduce una funzionalità che tutti gli utenti attenti al rispetto della proprio privacy, stavano aspettando forse da tempo.
Si tratta dell’autodistruzione a tempo di foto e video, funzionalità già vista su Snapchat che prevede lo stesso sistema delle chat segrete di Telegram.
Per chi non conoscesse le chat segrete, o per chi non avesse capito bene di cosa si tratta, cerco di spiegarlo nel dettaglio.

Nella conversazione privata con un altro utente, nel momento in cui decidiamo di condividere una foto o un video, abbiamo la possibilità di stabilire per quanto tempo quel file sia disponibile, impostando appunto un timer.
Alla scadenza del tempo indicato, il file non sarà più disponibile, nè sul nostro smartphone, nè sul dispositivo del nostro contatto.
In più, se l’interlocutore prova a fare uno screenshot della nostra foto, arriverà una notifica sul nostro dispositivo. In questo modo riusciamo ad avere un controllo maggiore sui nostri file privati, ma è opportuno ricordare che sarebbe preferibile evitare il più possibile la condivisione di file privati ad utenti di cui non ci fidiamo molto, per evitare spiacevoli inconvenienti già visti in passato, in quanto, sebbene le software house lavorino per garantire la nostra privacy, è anche vero che qualunque cosa decidiamo di condividere è sottoposta a rischio diventando di dominio pubblico.

Sono anche altre le funzionalità previste nel nuovo aggiornamento di Telegram. Un’altra riguarda la biografia nel profilo.
Dopo l’upgrade alla versione 4.2, infatti, cliccando sul profilo di un utente appartenente ad un gruppo, è possibile avere più informazioni sul suo conto.

Altra novità riguarderebbe la caching dei nodi CDN (Content Delivery Network), grazie alla quale tutti i file condivisi vengono conservati dopo la loro cifratura. In questo modo viene garantita la sicurezza dei files e aumenta la velocità di download, favorendo particolarmente tutti i paesi emergenti.

Check Also

Sony Xperia 1: La nostra recensione

Solo qualche giorno fa, precisamente il 10 giugno, Sony ha iniziato la commercializzazione del suo …

Lascia un commento